Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere le informazioni sulle nostre attività!

Newsletter

Ho letto e accetto le norme sulla privacy

Seguici su:

Author: Domenico Trovato

di Domenico Trovato (Dicembre 2016)

In un precedente articolo "INVALSI: la valutazione esterna delle scuole" erano state affrontate le problematiche generali del nuovo sistema di valutazione della scuola italiana, divenuto obbligatorio con il DPR 80/2013, con particolare attenzione ai quadri teorici di riferimento e ai percorsi operativi inerenti la valutazione esterna delle scuole. In questo contributo si intendono approfondire alcune coordinate riguardanti la funzione e la struttura del RAV, Rapporto di Autovalutazione (in vigore dall’a.s. 2014/15) e le sue interconnessioni con il PdM, Piano di Miglioramento, che rappresenta il “naturale” sbocco del RAV.

di Domenico Trovato (Giugno 2016)

Questo contributo intende affrontare, a partire da una panoramica storica dell'evoluzione del sistema nazionale di valutazione, le problematiche della valutazione esterna, che, in questi mesi sta coinvolgendo un campione significativo di scuole (ma il percorso è iniziato da almeno 4 anni) e che si svilupperà fino al 2017. L'obiettivo è quello di descrivere le potenzialità di questo servizio, divenuto ormai obbligatorio per legge (DPR 80/2013), che essenzialmente opera in due direzioni: 1.sostenere le scuole nel processo di auto- valutazione in corso, rappresentato dal RAV, attraverso l'analisi e il confronto su quanto dichiarato nello stesso documento; 2. porsi, per il personale e per l'utenza, come occasione di aiuto per una ulteriore riflessione sul profilo dell'offerta formativa della scuola, in funzione di un incremento delle buone pratiche in atto, ma con uno sguardo anche ad eventuali criticità.

di Domenico Trovato (Settembre 2015)

La pubblicazione (2012) della Strategia Nazionale di Inclusione dei RSC, anni 2012-2020, a cura dell'UNAR, Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziale, struttura della Presidenza del Consiglio, ha riaperto il dibattito sulle difficoltà che ancora incontra la popolazione nomade nei percorsi scolastici. Difficoltà non soltanto formative, ma anche di natura socio-economica, considerando il persistente stato di emarginazione e di precarietà lavorativa, a cui si aggiunge il fenomeno dei pregiudizi e degli stereotipi abbastanza consolidato nella nostra società. In questa dimensione, la Scuola potrebbe essere il principale strumento di discriminazione positiva e di inclusione sociale. Ma è proprio così ?

di Domenico Trovato (Ottobre 2014)

Premessa

Le recenti Linee Guida Nazionali per l'orientamento permanente (Nota MIUR del 19.02.2014) hanno ridato impulso a questa area formativa, anche con riferimento alla dimensione europea(strategie di Lisbona 2010 ed Europa/ET 2020), sviluppando una molteplicità di riflessioni e di indicazioni operative, mirate a migliorare le pratiche in uso nella scuola.

di Domenico Trovato (settembre 2013

Le recenti disposizioni MIUR riguardanti gli alunni con B.E.S. – Bisogni Educativi Speciali – o - S.E.N., special education needs -e cioè la Direttiva del 27.12.2012 e la C.M. n. 8 del 6.03.2013- data la loro importanza e complessità, necessitano di una essenziale presentazione e nel contempo inducono ad alcune osservazioni e riflessioni riferibili a più livelli problematici. Il seguente contributo si colloca nell'ottica di una migliore comprensione dei suddetti documenti ministeriali.

Registrazione utente

Reset password