Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere le informazioni sulle nostre attività!

Newsletter

Ho letto e accetto le norme sulla privacy

Seguici su:

Author: Ludovico Di Giovine

di Ludovico di Giovine (Giugno 2017)

Estate 2016, spiaggia di Isola Varano (Gargano), un giovane amico, R. L.,mi segnala il dossier “Educazione libertaria” [1] a cura di Francesco Codello [2] pubblicato su “A-rivista anarchica” cui è da tempo abbonato . . . E’ nata così la curiosità per un complesso di esperienze educative poco note e che, seppur minoritarie, rappresentano, comunque, un ambito di ricerca molto interessante e significativo.

di Ludovico Di Giovine (Marzo 2016)

Le considerazioni che seguono tendono ad evidenziare le novità introdotte dalla legge 107/2015 [1] e dalla normativa conseguente nella formazione in servizio dei docenti. Le stesse "novità" segnalano da una parte punti critici e problemi aperti (obbligatorietà, contratto, merito) dall'altro prospettano percorsi di grande interesse: bilancio di competenze, portfolio, piano di sviluppo professionale. Temi sui quali necessita sviluppare attenzione e confronto per affrontare, finalmente, in modo coerente e sistematico, la decisiva questione della formazione in servizio, leva strategica per innovare e qualificare la scuola.

di Ludovico di Giovine (Maggio 2014)

1. Un sistema per la formazione in servizio dei docenti.

Nel mondo della scuola, nelle associazioni che si occupano di formazione, tra gli osservatori e gli studiosi, è diffusa la convinzione di un persistente e consistente declino, a tutti i livelli, degli interventi per la formazione e l'aggiornamento dei docenti. L'esigenza di una visione diversa e di politiche conseguenti in questo fondamentale ambito da tempo è stata espressa con chiarezza: "Rifondare il sistema dell'aggiornamento professionale degli insegnanti richiede non solo un 'ricambio' delle sedi e delle strutture (non basterà, ad esempio, sostituire agli IRRE le Università), ma un profondo ripensamento dello stesso concetto di formazione permanente.

di Ludovico Di Giovine (Marzo 2013)

Si è cominciato a parlare di valutazione di sistema in occasione della Conferenza della scuola del 1990 (ministro Sergio Mattarella) e, in circa un ventennio la questione, tra contraddizioni e luoghi comuni, “ha visto solamente un sommarsi di norme e dispositivi che hanno reso complicata una ‘cosa’ che più semplicemente è soltanto … complessa” (Maurizio Tiriticco, Lettera aperta al ministro Francesco Profumo, “Della valutazione di sistema: come e perché”, 19/11/2011).

di Ludovico Di Giovine (Marzo 2013) (1a parte)

L’approvazione in prima lettura dello “Schema di regolamento sul sistema nazionale di valutazione in materia di istruzione e formazione” (Consiglio dei Ministri del 24/08/2012) ha attivato la procedura per i previsti pareri istituzionali del Consiglio Nazionale della Pubblica Istruzione (20/11/2012) e del Consiglio di Stato (16/01/2013). Nel contempo si è riaperto il confronto in ambito sindacale e politico sull’annosa questione della valutazione di sistema e, recentemente (21/01/2013), si è avuta una decisa e articolata presa di posizione critica, un vero e proprio “manifesto”, da parte di alcune associazioni: AIMC, CIDI, Legambiente Scuola e Formazione, MCE, Proteo Fare Sapere, CGD, UDS, Per la Scuola della Repubblica. Il 29 gennaio 2013 la Commissione Istruzione e Cultura del Senato ha iniziato l’esame dello Schema di Regolamento avendo ricevuto la documentazione dal ministro Giarda con la sollecitazione a far presto perché eventuali ritardi potrebbero mettere in forse l’accesso ai fondi strutturali europei della prossima programmazione settennale.

Di Ludovico Di Giovine (aprile 2012)

L’insegnamento dell’educazione civica ha oltre 50 anni, non sono pochi i dubbi, le perplessità, le riserve, in merito alla consistenza, ai contenuti, alla stessa pratica, di questo fondamentale “insegnamento” che ha assunto nel tempo denominazioni diverse: Educazione civica (Moro), Educazione alla convivenza civile (Moratti), Cittadinanza e Costituzione (Gelmini).

Registrazione utente

Reset password