Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere le informazioni sulle nostre attività!

Newsletter

Ho letto e accetto le norme sulla privacy

Seguici su:

Author: Staff Scintille.it

ALTE MONTECCHIO: INTERCULTURA NELLA PRATICA DIDATTICA QUOTIDIANA

Alte Montecchio: un comune della provincia di Vicenza ad alta immigrazione (17,8% della popolazione residente: dato ISTAT).

Direzione Didattica n. 2: una delle scuole del Comune in cui la percentuale di alunni non italiani è certamente superiore al 30%.

Settembre 2013: formazioni classi prime. Nelle iscrizioni on line si verifica una composizione delle classi - a causa delle scelte dei genitori – che trova alcune disomogeneità con la formazione di due classi
prime con il 93% e l'88% di alunni non italiani. Praticamente la quasi totalità.

Scintille.it porta avanti la sua attività di formazione per insegnanti nelle singole Regioni; quest’anno oltre al Lazio e al Veneto, anche in Piemonte abbiamo la possibilità di attivare corsi di formazione pagabili con la card. Tutte le nostre proposte sono caratterizzate dall'uso costante delle metodologie didattiche attive e partecipative. Ecco l’elenco delle proposte per la formazione insegnanti nel territorio piemontese riconosciute dal MIUR.

Cerchio di condivisione è una struttura di cooperative learning che ha moltissimi ambiti di utilizzo: ogni volta che il quesito posto dall'insegnante non richieda una risposta univoca ma piuttosto l'uso di pensiero divergente, con prospettive multiple.

Può essere usata in tutte le fasi di una lezione:

  • all'inizio per inventariare conoscenze pregresse;
  • in itinere per trovare soluzioni “divergenti” o raccogliere punti di vista, ....
  • in chiusura per porre domande di revisione.

E’ una struttura di apprendimento cooperativo che ha come finalità quella di conoscere e fare conoscere tra loro la platea di studenti o partecipanti che il docente ha di fronte. Permette di: 1) rompere il ghiaccio e creare un clima positivo in aula favorendo la conoscenza reciproca e lo sviluppo di relazioni sociali positive; 2) mettere in evidenza la diversità e ricchezza che tutti i partecipanti hanno e che può contribuire a creare lo spazio educativo.

Registrazione utente

Reset password