Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere le informazioni sulle nostre attività!

Newsletter

Ho letto e accetto le norme sulla privacy

Seguici su:

Competenze sociali

di Giovanna Malusà, Phd, psicologa, formatrice e docente

Assumere prospettive differenti è un atteggiamento che si può allenare facilmente utilizzando nelle fiabe giochi di ruolo. Certo, perché le fiabe ci permettono più facilmente di abbandonare il nostro punto di vista per abitare temporaneamente quello dell’altro, attraverso un linguaggio giocoso che parla al cuore.

Scopo: allenarsi a mettersi da un altro punto di vista riconoscendo le ragioni dell’altro.

Mimì Pino (Luglio 2017)

La capacità di cooperare e l’attitudine ad instaurare relazioni interpersonali positive sono due caratteristiche fondamentali per l’insegnante, che spesso si trova a dover prendere importanti decisioni di concerto con altri, a condurre il gruppo classe in circostanze difficili, a dover continuamente riadattare le proprie modalità d’insegnamento in accordo con le situazioni contingenti.

di Isabella Pescarmona (Febbraio 2017)

“I nuovi iscritti [...] costituiscono un grandissimo problema, che si fa sempre più preoccupante di mano in mano che il loro numero va crescendo. Queste variazioni degli iscritti, che si ripetono abbastanza di frequente nella mia classe, non fanno altro che aggiungere nuovo scompiglio a quello già notevole esistente”1.

di Riccarda Viglino (Marzo 2015)

"Eppure sono nati e cresciuti qui, da noi, in uno stato democratico...".

Questa frase, o altre simili a questa, sono state espresse in modo ricorrente in telegiornali, dibattiti televisivi, inchieste, sui recenti fatti di Parigi, o nei frequenti servizi che documentano le partenze di giovani europei immigrati di seconda o terza generazione per combattere nell'esercito dello Stato Islamico. Queste affermazioni dei media rispecchiano e contribuiscono a formare, il pensiero comune: nonostante abbiamo offerto loro le nostre democrazie, sono dei barbari.

di Domenico Trovato (Ottobre 2014)

Premessa

Le recenti Linee Guida Nazionali per l'orientamento permanente (Nota MIUR del 19.02.2014) hanno ridato impulso a questa area formativa, anche con riferimento alla dimensione europea(strategie di Lisbona 2010 ed Europa/ET 2020), sviluppando una molteplicità di riflessioni e di indicazioni operative, mirate a migliorare le pratiche in uso nella scuola.

di Claudia Matini (Maggio 2013)

La circolarità è uno degli elementi essenziali che caratterizzano un sistema: essa "serve a descrivere la sequenza temporale e la concatenazione di una serie di stati del sistema legati tra loro da una relazione di causalità in modo che l'ultimo stato della sequenza agisce di ritorno sullo stato iniziale (causalità circolare)" (Malagoli Togliatti e Cotugno, 1996, p. 201). Attraverso il meccanismo della retroazione (feedback) il sistema si evolve e si modifica (retroazione positiva), oppure mantiene il proprio equilibrio interno (retroazione negativa) autoregolandosi e mantenendosi nel tempo (Watzlawick, Beavin e Jackson, 1971).

di Claudia Matini (Maggio 2013)

Nel corso degli anni gli studi sulla gestione della classe nel contesto scientifico internazionale hanno subito un'evoluzione: da una prospettiva di analisi che presupponeva l'importanza del comportamento dell'insegnante, secondo la quale la varietà dei comportamenti didattici era essenziale per stimolare gli studenti nel lavoro accademico (anni '60 e '70), si è passati ad un sempre maggiore interesse per il comportamento degli studenti.

di Fabrizio Santini (novembre 2012)
In Italia, nel sistema dell’Istruzione ed in quello della Formazione Professionale sta emergendo con forza un fabbisogno di competenze metodologiche per la progettazione e la realizzazione di azioni formative in tema di Sviluppo Sostenibile, in risposta alle recenti indicazioni ministeriali ed in linea con gli orientamenti espressi a livello comunitario ed internazionale dall’UNECE (2005) e dall’UNESCO nell’ambito della Decade per lo Sviluppo Sostenibile (2005-2014).
Gli accordi interministeriali del 2008 tra il Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare (MATTM), il Ministero dell’Istruzione e quello dell’Università e della Ricerca e le Linee Guida per L’Educazione Ambientale ed allo Sviluppo Sostenibile del MIUR (14 Dicembre 2009), tracciano gli orientamenti in materia di Educazione allo Sviluppo Sostenibile nel sistema dell’Istruzione ai fini dell’introduzione dell’Educazione Ambientale ed allo Sviluppo Sostenibile (EASS) nei curricola scolastici.

Un buon modo per incoraggiare un comportamento è quello di  agirlo.

Marianna Riello (Department of Neurology, University of Verona, Italy) - Settembre 2012

I neuroni specchio sono una specifica classe di neuroni scoperti solo recentemente. Attraverso esperimenti di neuroimmagine i ricercatori hanno potuto constatare che i medesimi neuroni attivati dall’esecutore durante l’azione vengono attivati anche nell’osservatore della medesima azione. Numerosi studi hanno confermato la specifica importanza di questo tipo di neuroni nei processi di imitazione e di apprendimento, nonché nel campo delle scienze sociali. Sembra infatti che il sistema a specchio rappresenti il substrato di un comportamento bio-sociale, ad un livello che precede il linguaggio, il quale definisce e orienta le relazioni inter-individuali. Da qui l’importanza delle implicazioni che tale sistema assume nei processi di apprendimento.

Registrazione utente

Reset password