Search

UdA 2. Ora X: la democrazia in classe

Democrazia-Di Daniela Pavan (Gennaio 2016)


In questa attività che si è svolta un'ora alla settimana la classe ha avuto modo di:
1- realizzare attività di ripresa delle relazioni reciproche dopo le vacanze estive in lavoro di piccolo gruppo e in assemblea (ad inizio anno scolastico),
2- definire una Costituzione di classe (che qui descriveremo) in cui tutti i componenti - prima individualmente, poi a coppie, poi a quartetti, infine in assemblea - decidevano le regole di comportamento per una convivenza civile, trasformavano le norme espresse con un divieto in comportamenti sostitutivi consentiti ed individuavano sanzioni corrispondenti per gli inadempienti,

Leggi tutto...

Stelle e desideri

disney-stars-1100x619La strategia qui esposta è tratta dal libro Strategie di valutazione differenziata (Chapman & King, 2005). E' una strategia flessibile, adattabile alle proprie esigenze di valutazione e dei vostri studenti.

Leggi tutto...

Odense Iasce 2015: studiosi del cooperative learning a rapporto

20151002 090612di Claudia Matini (Ottobre 2015)

Si è svolta ad Odense, in Danimarca, dal 1 al 3 ottobre 2015 la Conferenza Internazionale dello IASCE (International Association for the Study of Cooperation in Education) dal titolo "Cooperative learning: affrontare le sfide del 21° secolo."

Scintille.it non poteva mancare all'incontro con la comunità mondiale del Cooperative Learning. Eccone un resoconto per tutta la comunità nazionale di Scintille.

Leggi tutto...

Quiz Quiz Scambio (Quiz Quiz-N-Trade)

quiz-quiz-tradeLa struttura è stata presentata alla Conferenza Iasce di Odense nel 2015 da Donald Plumb.

Abilità sociali coinvolte

  • Parlare a turno
  • Dare spiegazioni
  • Muoversi in modo ordinato

Leggi tutto...

Similarity grouping (somiglianze che fanno gruppo)

gruppi bambiniStruttura cooperativa di Kagan, favorisce l'interazione simultanea e il coinvolgimento attivo di tutti.
La realizzazione di una sessione di lavoro con questa struttura, incide positivamente sul clima socio-affettivo del gruppo.

Abilità sociali coinvolte

  • Accettare l'altro/ accettare la "casualità" degli abbinamenti
  • Superare le barriere interpersonali
  • Sviluppare curiosità nell'incontro con l'altro

Leggi tutto...

Quando la formazione sul Cooperative Learning funziona meglio? Riflessioni con un modello di Programmazione Neuro Linguistica

piramide livelli logici Diltsdi Claudia Matini (Giugno 2015)

Nello scenario di una scuola che quotidianamente accetta le sfide della complessità sociale, valoriale, organizzativa, la metodologia attiva dell'Apprendimento Cooperativo può assumere una importante funzione di volano per la crescita professionale del personale insegnante e per lo sviluppo organizzativo dell'istituto scolastico di riferimento.
Sono diffusi da anni corsi di formazione su questa metodologia didattica, che tuttavia non sempre conducono alla reale utilizzazione del CL in classe, né all'attivazione di ulteriori esperienze formative di specializzazione, né a cambiamenti organizzativi.
Le reazioni individuali ed organizzative di fronte alla medesima tipologia di formazione possono essere molto diverse: laddove in una zona geografica o per un istituto scolastico il corso di formazione conduce ad ulteriori richieste formative e di supervisione con il coinvolgimento attivo di gruppi di docenti per l'utilizzo della metodologia con gli studenti, in altri l'intervento si conclude senza ulteriori richieste e spesso finisce come acqua nel deserto.

Leggi tutto...

Mappa nel mezzo

mappa nel mezzoScopi:
- Attivare le informazioni di pre-conoscenza individuale;
- Elaborare delle informazioni individuali;
- Fare sintesi di un insieme di pensieri;
- Esprimere e sostenere le proprie idee;
- Ascoltare le idee degli altri prima di esprimere le proprie;
- Sostenere una discussione;
- Condividere delle informazioni;
- Selezionare le informazioni;
- Presentare ad un grade gruppo le idee di altri e le proprie;
- Scrivere in modo chiaro il pensiero

Leggi tutto...

Disegna quel che dico

matite colorate 500x1Saper comunicare con chiarezza e precisione significa saper utilizzare un linguaggio ricco e specifico per esprimere messaggi comprensibili per chi li ascolta. il saper descrivere in modo dettagliato un evento, un oggetto o una persona è uno degli indicatori di chi si impegna per una chiarezza e precisione nella comunicazione.

Leggi tutto...

INCONTRI DI CLASSE

incontri classeCome possiamo preparare i nostri studenti a partecipare attivamente alla democrazia strutturando le nostre classi in modo autocratico? L'insegnante è il Congresso (fa le leggi), il Presidente (è l'esecutivo) , il giudice, la giuria e spesso anche il boia.

Usare strutture cooperative è un'alternativa che consente di fare sperimentare ai ragazzi il senso di appartenenza alla classe e promuovere rispetto e responsabilità individuale.

L'approccio brevemente descritto di seguito si fonda sulla ristrutturazione della classe per migliorarne il clima (Kagan, 1992).

Leggi tutto...

Il diritto di parola e l’equità: qualcosa su cui discutere

equity-sharesdi Isabella Pescarmona (Febbraio 2015)

Gli ultimi fatti di cronaca hanno riportato l'attenzione su un diritto fondamentale in cui si riconosce un regime democratico: la libertà di parola e di opinione.
Se eventi come quello capitato a Parigi1 sollevano gli animi di quasi tutto il mondo in difesa di questo diritto, è anche vero che nella vita di tutti i giorni spesso diamo tale libertà per scontata e non sempre la esercitiamo con la consapevolezza politica (e rivoluzionaria) che essa comporta. Quando si apre il dibattito pubblico intorno al diritto di parola, si trova facilmente consenso sulla dichiarazione di principio, riconosciuto come diritto umano inalienabile, e ci si indigna del fatto che possa essere messo in discussione e calpestato.

Leggi tutto...

TEAM INSIDE-OUTSIDE CIRCLE O 5X5 INDIVIDUALE

inside outsideLe presentazioni sono un modo eccellente per condividere informazioni, idee o progetti: quando gli studenti devono fare la presentazione del gruppo questa struttura ha numerosi vantaggi rispetto alla presentazione tradizionale in quanto garantisce simultaneità, equità di partecipazione, partecipazione attiva.
L'esercizio viene svolto come  insieme di individui o come insieme di piccoli gruppi cooperativi.

Leggi tutto...

Assassinio sulla nave (esercizio su interdipendenza positiva)

21491975-punto-di-domanda-giallo-dei-cartoni-animati-con-un-espressione-confusaQuesto esercizio, ideato da Mario Comoglio, è utile per far sperimentare al gruppo l'interdipendenza positiva. Si può trovare nel testo: COMOGLIO M., Educare insegnando. Apprendere ad applicare il Cooperative Learning. Ed. Las, Roma, 1998.

L'esercizio consiste nell'assegnare a ciascun gruppo un compito che può essere portato a termine solo se svolto attraverso la collaborazione di tutti i membri.

Questa è la procedura da seguire:
1. si preparino delle schede o delle carte. Su ciascuna di esse sia scritta una sola frase del racconto presentato più avanti. (Se si pensa di utilizzare altre volte il materiale, è bene assegnare ad ogni frase un numero per poter controllare che ogni mazzo contenga tutte le frasi del racconto prima di utilizzarlo. I numeri non dovranno essere collocati in ordine altrimenti sarebbe facile mettere in sequenza le frasi);

Leggi tutto...