Search

Come l’apprendimento cooperativo sostiene la motivazione ad apprendere: alcune riflessioni

scuola_noiadi Claudia Matini (nov. 2011)

 

I dati Istat del 2010 riportano allarmanti percentuali di abbandono scolastico. Gli ESL (Early School Leavers) in Italia sono il 18,8% della popolazione in età 18-24 anni. Queste persone hanno ottenuto al più la licenza media, non hanno concluso un corso di formazione professionale riconosciuto dalla Regione di durata superiore ai 2 anni e non frequentano corsi scolastici né svolgono attività formative. Ciò significa che quasi un quinto della popolazione tra 18 e 24 anni è fuoriuscita dai percorsi di istruzione-formazione.

Leggi tutto...

Quattro cantoni (Corners)

cornersQuesta struttura di apprendimento, di Spencer Kagan, si svolge nel seguente modo:

1) L’insegnante annuncia te o quattro angoli di discussione

2) Gli studenti pensano e scrivono la loro scelta

Leggi tutto...

Blackboard Share - Condivisione alla lavagna

lavagnaE' una struttura di Spencer Kagan che permette alla classe di condividere idee.

Scopi:
- condivisione tra i gruppi
- scrivere in modo efficace

 

 

Leggi tutto...

Primaria - Italiano

bambini-e-libriComprendere testi narrativi. Attività per la classe seconda.

di Anna Segreto (2001)

Si tratta di una proposta di avvio alla collaborazione con strategie informali in una classe di inizio seconda elementare. Alterna la conduzione collettiva dell’attività da parte dell’insegnante a momenti di lavoro in coppia. La proposta operativa, volta alla comprensione di un breve testo narrativo, si pone come obiettivo di portare gli alunni ad assumere un comportamento attivo di interazione con la pagina scritta. L’attività si modula, con un’impalcatura chiara, sulle strategie di attivazione/anticipazione e di conferma/disconferma di ipotesi attraverso una lettura analitica. 

Approfondisci la lettura  con l'allegato.

Allegati:
Scarica questo file (testi_narrativi.pdf)testi_narrativi.pdf190 kB

I saggi condividono

alleanza5Questa struttura risveglia la curiosità degli studenti sugli argomenti ed aumenta la loro stima mentre condividono quello che già conoscono di un tema, incoraggia gli studenti a porsi domande su un contenuto. Essi scrivono domande su cui hanno curiosità. Inoltre, la struttura consente ai singoli di diventare risorsa per i compagni, con un grande senso di orgoglio per potere condividere ciò che si sa.

 

 

 

Leggi tutto...

APPRENDIMENTO PER SQUADRE DI STUDENTI (STUDENT TEAM LEARNING) DI ROBERT SLAVIN

RobertSlavin2009Tra le tecniche sviluppate nello Student Team Learning ci sono: Jigsaw II e III, STAD E TGT, TAI e CIRC. Un elemento assolutamente originale nell’insieme di strutture di apprendimento di varia complessità progettate da Slavin e collaboratori è il sistema di valutazione, assai preciso, che premia il miglioramento individuale rispetto alle prove precedenti e offre a tutti l’opportunità di riuscire e di contribuire al successo del gruppo, senza essere valutati in base ad un criterio unico prestabilito dall’insegnante e valido per tutti.

Leggi tutto...

LA RICERCA DI GRUPPO DI SHARAN E SHARAN

sharan yaelLa Ricerca di Gruppo (Group Investigation) è un metodo didattico di tipo cooperativo in cui gli studenti lavorano in piccoli gruppi e sono corresponsabili nella scelta dei contenuti e del processo di apprendimento. Si articola come un’indagine scientifica alla cui base è la curiosità di conoscere degli studenti. E’ l’unico modello in cui il criterio di composizione dei gruppi dell’eterogeneità deve essere accordato con il criterio dell’interesse epistemico.

Leggi tutto...

LA CONTROVERSIA DI JOHNSON E JOHNSON

Johnson e JohnsonOltre a sviluppare la modalità del Learning Together, i fratelli Johnson hanno elaborato una tecnica didattica particolare, la controversia, che fa del conflitto cognitivo il carburante dell’apprendimento individuale. Una controversia esiste quando le opinioni, informazioni, conclusioni di una persona sono in disaccordo con quelle di qualcun altro, e i due cercano di raggiungere un accordo; ciò si realizza sia rispetto a contenuti scolastici (questioni da dibattere esistono in diverse discipline), sia rispetto alle relazioni interpersonali (in un gruppo si hanno idee diverse mentre si lavora assieme per raggiungere un risultato).

Leggi tutto...

L'APPROCCIO STRUTTURALE Di KAGAN E KAGAN

KaganStructures SpencerKagan e collaboratori hanno sviluppato un’ampia varietà di tecniche cooperative partendo dal presupposto che ciò che i ragazzi fanno in classe influenza ciò che apprendono a livello sociale, cognitivo e accademico. Le modalità attraverso le quali gli alunni interagiscono sono varie e non tutte ottengono gli stessi risultati. Poiché all’interno della classe le interazioni possibili sono molteplici, comprendere quali sequenze di interazione permettono di raggiungere quali risultati è un momento fondamentale al fine di strutturare la lezione in modo efficace.

 

Leggi tutto...

LEARNING TOGETHER (APPRENDIMENTO INSIEME) DEI FRATELLI JOHNSON

johnson 88Questa modalità di Cooperative Learning è nata negli Stati Uniti intorno agli anni ‘70 e si è sviluppata velocemente nelle scuole come proposta di organizzazione sia della singola lezione e in generale della didattica, sia della scuola, intesa come sistema complesso. Gli esponenti di spicco sono i fratelli David e Roger Johnson. Essi hanno sviluppato una modalità di conduzione della classe denominato Apprendimento Insieme (Learning Together).

Leggi tutto...

Materiali in "rete": teoria e riflessioni sul cooperative learning

clockIn questo contributo presentiamo alcuni materiali disponibili in rete, che presentano le caratteristiche fondamentali dell'apprendimento cooperativo.
Alcuni sono ipertesti semplici - per esempio il Progetto FAR dell'Università di Torino e il Progetto dell'IPRASE Trentino - con definizioni essenziali; altri sono veri e propri approfondimenti sulle tematiche connesse ai fondamenti epistemologici. Tra questi segnaliamo i saggi di Midoro (1994), Comoglio (2000), ADI (1999).
 

 

Leggi tutto...

Il modellamento: l'apprendimento delle abilita' sociali centrate sull'insegnante

modellamentoUna pratica sperimentata con successo nelle classi di primo ciclo.  Il modellamento si riferisce al processo secondo il quale l'adulto mostra allo studente l'abilità da modellare in modo che esso possa imprimere nella memoria un modello dopo averlo ascoltato e/o visto.

Leggi tutto...