Search

Materiali in "rete": teoria e riflessioni sul cooperative learning

clockIn questo contributo presentiamo alcuni materiali disponibili in rete, che presentano le caratteristiche fondamentali dell'apprendimento cooperativo.
Alcuni sono ipertesti semplici - per esempio il Progetto FAR dell'Università di Torino e il Progetto dell'IPRASE Trentino - con definizioni essenziali; altri sono veri e propri approfondimenti sulle tematiche connesse ai fondamenti epistemologici. Tra questi segnaliamo i saggi di Midoro (1994), Comoglio (2000), ADI (1999).
 

 

 

Contributi teorici generali 

Le caratteristiche dell’apprendimento cooperativo attraverso un ipertesto dell’Università di Torino.

http://www.far.unito.it/trinchero/ac/cooperative.htm 

 

Vittorio Midoro (1994). Questa nota propone una riflessione e una proposta di definizione di lavoro cooperativo che possa fornire un quadro di riferimento utile per collocare i diversi contributi, senza pretendere in alcun modo di contribuire alla costituzione di una teoria per i ricercatori del settore.

http://www.funzioniobiettivo.it/glossadid/cooperative%20learning.htm 

Il CIRDIS, Centro Interuniversitario di Ricerca per la Didattica delle Discipline Statistiche, è stato fondato nel 1991 e si propone di contribuire allo sviluppo ed al miglioramento dell'istruzione in ambito statistico a tutti i livelli.

http://cirdis.stat.unipg.it/index.php?canale=116&lang=ita 

Il commento di Nunzia Latini alle caratteristiche della cooperazione. Come ottenere dagli studenti maggiori risultati scolastici, con contenuti e abilità proprie, adeguate al passo con i tempi ed avere una soddisfazione del proprio insegnamento?

http://www.edscuola.it/archivio/stranieri/cooper.html 

 

Lavorare in gruppo, significa stabilire relazioni funzionali, considerare gli altri, tutti gli altri, risorse necessarie…Simona De Simone presenta alcune linee guida utili all’integrazione delle disabilità.

http://www.bibciechi.it/pubblicazioni/tiflologia/200403/DeSimone.txt