Search

Cosa c’è dietro al mio nome?

significato nomiE’ una struttura di apprendimento cooperativo che ha come finalità quella di conoscere e fare conoscere tra loro la platea di studenti o partecipanti che il docente ha di fronte. 
Permette di:
1) rompere il ghiaccio e creare un clima positivo in aula favorendo la conoscenza reciproca e lo sviluppo di relazioni sociali positive;
2) mettere in evidenza la diversità e ricchezza che tutti i partecipanti hanno e che può contribuire a creare lo spazio educativo.


Abilità sociali promosse:
1. Fare attenzione a ciò che dicono gli altri
2. Esprimersi in maniera efficace e concisa
3. Discutere idee diverse

Istruzioni:
Si preparano gruppi formati da 3/4 studenti per presentare se stessi a partire dal proprio nome.

L’insegnante può stimolare la discussione ponendo alcune domande a cui ogni membro del gruppo può far riferimento per descrivere se stesso agli altri, ad esempio: Il mio nome da dove viene? Chi lo ha scelto? Mi piace o non mi piace? Come mi sento? Ho dei soprannomi? Il mio nome sta per …
La durata della prima discussione può essere di circa quindici minuti, l’insegnante gira fra i banchi ed osserva ed annota i comportamenti degli alunni e alcuni aspetti che emergono per poi discuterne con loro.
A fine discussione l’insegnante sceglie una persona all’interno di ogni gruppo che relazioni la discussione del gruppo, partendo dalla presentazione degli altri componenti.