Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere le informazioni sulle nostre attività!

Newsletter

Ho letto e accetto le norme sulla privacy

Cooperative Learning e Flipped Classroom

Seguici su:

Cooperative Learning e Flipped Classroom

Cooperative Learning e Flipped Classroom

Informazioni sul corso

Ambiti trasversali:

didattica e metodologie

metodologie e attività laboratoriali

DESCRIZIONE

L’Apprendimento Cooperativo consiste in un insieme di pratiche educative mediante le quali gli allievi svolgono compiti e raggiungono i risultati scolastici lavorando cooperativamente.

I gruppi strutturati sulla cooperazione condividono uno scopo comune e si distribuiscono la responsabilità per completare il compito. I compiti sono costruiti in modo da non permettere che soltanto alcuni allievi dominino il gruppo o facciano tutto il lavoro. Vi è un insegnamento diretto di competenze sociali. Più precisamente, l’Apprendimento Cooperativo è un modo di condurre la classe in gruppi dove si realizza e si esprime una forte interdipendenza positiva di obiettivo e di struttura fra i membri che li compongono. Con esso gli studenti  si impegnano in una interazione diretta e promozionale, vi è una responsabilità individuale e si controlla il processo di apprendimento e di lavoro in gruppo.

La “Flipped Classroom” è una pratica didattica che rovescia (“to flip“) il tradizionale assetto della vita ordinaria scolastica in cui l’insegnante spiega in classe mentre in quello a casa gli studenti studiano e fanno esercizi. Nella logica “capovolta” l’organizzazione e la sequenza tradizionale dell’attività di docenti e studenti cambiano. Nella prassi ordinaria, nel tempo passato in classe l’insegnante spiega o verifica, mentre in quello a casa gli alunni studiano o si esercitano; con la “Lezione Capovolta” il tempo a casa viene utilizzato per ascoltare le spiegazione dell’insegnante, precedentemente predisposta su video, podcast o attraverso presentazioni power-point, mentre il tempo a scuola è dedicato allo studio, all’approfondimento, alla ricerca attraverso la discussione e la pratica cooperativa, ovviamente sotto la guida dell’insegnante. Appare evidente la fortissima relazione tra “Flipped Classroom” e Cooperative Learning, in quanto appare necessario che gli studenti e l’insegnante conoscano e abbiano chiaro che cosa significa “cooperare”, che è qualcosa di molto più complesso del semplice “lavorare in gruppo”.

OBIETTIVI

Il corso permette di conoscere la metodologia dell’Apprendimento Cooperativo nei suoi presupposti di base e di sperimentare questa strategia educativa coniugata nella modalità della Flipped classroom, entrambe strategie considerate utili ad affrontare le necessità di un apprendimento per competenze e le difficoltà incontrate da insegnanti ed alunni, quali i problemi di comportamento, di mantenimento della disciplina, di motivazione, di impegno responsabile verso i compiti scolastici.

Il corso permette inoltre di imparare a costruire lezioni, con funzione di contenitore, per le risorse della programmazione didattica di una singola classe e di organizzare lo studio individuale degli studenti, “capovolgendo” la valutazione.

DESTINATARI

Insegnanti di ogni ordine e grado, con numero compreso tra 12 e 50 persone.

PROGRAMMA E PUNTI TEMATICI

Il percorso consiste in una unità formativa da 25 ore, così articolata:

  • 2,5 ore di revisione teorico-pratica dei contenuti oggetto della successiva supervisione;
  • 17,5 ore di approfondimento teorico ed esercitazioni (5 incontri da 3,5 ore)
  • 5 ore di studio autonomo su materiali di approfondimento forniti da Scintille.it srl.

Il programma del corso verte sui seguenti contenuti:

  1. Cosa rende cooperativo il lavoro di gruppo: Interdipendenza positiva, Responsabilità individuale, Uso delle competenze sociali, Interazione promozionale faccia a faccia e simultanea, Revisione
  2. Come insegnare con le strutture cooperative: Learning Together (formale, informale), , Jigsaw, Group Investigation, Approccio strutturale
  3. Che cos’è l’insegnamento capovolto
  4. Come preparare i video
  5. Come organizzare lo studio individuale e l’interiorizzazione dei contenuti
  6. Come capovolgere la valutazione.

MODALITÀ DI LAVORO

La modalità di lavoro è teorico-pratica e implica il coinvolgimento diretto delle persone che partecipano al training. I partecipanti avranno a loro disposizione del materiale individuale o di gruppo sul quale lavorare e riflettere durante le sessioni di lavoro del programma e del materiale di lettura per l’approfondimento e lo studio personale.

Al termine del percorso di formazione è possibile inserire facoltativamente una attività di supervisione.

INFORMAZIONI AGGIUNTIVE

Il corso può essere svolto su richiesta da singoli Istituti e reti di scuole.

Per informazioni contattare la responsabile scientifica dott.ssa Daniela Pavan.

Mail: danielapavan@scintille.it

Registrazione utente

Reset password