Search

Scuola pubblica e democrazia

A un presidente del consiglio che sostiene che la scuola pubblica non educa (forse perché non si collega ogni mattina alla diretta 24 ore su 24 del "Grande Fratello") risponde un altro presidente giovane e "abbronzato" che sostiene che "Un dollaro speso per la scuola ne risparmia cinque nei servizi sociali e di pubblica sicurezza".

Evidentemente ci sono anche maniere di fare buona politica, buona cultura, di fare comunità. Molte maniere di avere e dare speranza.
A noi piace quella della filosofa Martha Nussbaum che nel suo ultimo testo "Non per profitto", sostiene che l'ebbrezza della tecnologia e del consumo ci estranea sempre di più dall'istruzione. Ma anche lei dice "senza istruzione ed educazione non c'è progresso". Tutti testardi questi americani.
Sono necessari tre elementi per costruire una democrazia matura e duratura sostiene la Nussbaum. Tre elementi che non nascono automaticamente, ma vanno coltivati appunto con l'educazione. Ogni persona dovrebbe:
a) essere in grado di autoesaminarsi, di riflettere e di non essere influenzabile "dalla maggioranza, dal gruppo, dalla moda";
b) pensarsi come "cittadino del mondo", allargando lo sguardo e la mente;
c) coltivare l'immaginazione, immedesimandosi per esempio nei panni dell'altro e pensandosi al di fuori del proprio "involucro" culturale.
Pasquale e Franca
C'è bisogno di scudi per ripararsi dalla barbarie

DA SCUOLACOLORI NOTIZIARIO DI FEBBRAIO 2011

http://www.scuolaacolori.it

Alcuni vantaggi nell'uso della rubriche per l'apprendere

RubricheValutazione6Recentemente Viola Supon (1999) ha verificato come attraverso una valutazione di tipo autentico basata sull'uso delle rubriche e la progettazione intenzionale di curricoli basati sulle prestazioni autentiche, sia possibile guidare gli alunni e gli studenti verso un più alto livello di conoscenza e di sviluppo consapevole di proprie "formae mentis".

Leggi tutto...

Le scuole che utilizzano l'apprendimento cooperativo

scuola1Molte scuole progettano con continuità esperienze di apprendimento in cooperative learning. Proponiamo una selezione di alcune di queste, suddivise nei vari ordini. I criteri della selezione sono rappresentati dalla realizzazione di corsi di formazione, dalla sperimentazione di attività didattiche, dalla riflessione sulle stesse, dall'assunzione nel POF delle pratiche cooperative.

Leggi tutto...

Il Garante per la privacy si esprime sul portfolio

Le principali questioni poste dal Garante

Le problematiche rappresentate al Garante riguardano la liceità e la correttezza del trattamento dei dati personali confluenti nel Portfolio, relativi al percorso scolastico e alla vita privata e sociale degli alunni. Non è previsto, a livello nazionale, un modello tipo di Portfolio sul piano della forma e dei contenuti in dettaglio del documento.

Leggi tutto...

Valutazione individuale e di gruppo

esame La dimensione della valutazione assume un aspetto particolarmente importante.

 La verifica e la valutazione individuale dell'apprendimento scolastico e la revisione di gruppo sono elementi fondamentali del Cooperative Learning. 'La verifica é la raccolta dei dati necessari a formulare un giudizio, mentre la valutazione é un giudizio di valore formulato sulla base dei dati disponibili. Si può verificare senza valutare ma non si può valutare senza prima aver verificato.' Secondo Johnson D.W. e Johnson R.T. ci sono alcune regole per verificare e valutare.

 

Leggi tutto...

COSTRUIRE COMUNITA'

pavarin1Un possibile itinerario per superare le difficoltà tra insegnanti

Uno sviluppo che si prefigura, rispetto all'applicazione del cooperative laerning, è l'organizzazione nuova della scuola. Daniele Pavarin ne spiega alcuni tratti...

Leggi tutto...