Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere le informazioni sulle nostre attività!

Newsletter

Ho letto e accetto le norme sulla privacy

Seguici su:

Recensione: Educazione allo Sviluppo Sostenibile. Uno strumento per la progettazione di interventi Formativi

Una forte richiesta formativa di competenze in materia di sviluppo sostenibile viene dal sistema dell’istruzione e della formazione, dal mondo economico, da quello del lavoro e dalle amministrazioni pubbliche.
Per dare una risposta a questa richiesta è stato realizzato il manuale “Educazione allo sviluppo sostenibile”, a cura di Francesca Romana Mastrandrea e Fabrizio Santini, che vuole essere uno strumento per la progettazione ed il sostegno di interventi formativi. Esso è stato elaborato nell’ambito del progetto europeo New Jobs through Education for Sustainable Development COMpetencies (NJ ESD COM, www.njesd.com ), Nuove professionalità attraverso le competenze per l’Educazione allo Sviluppo Sostenibile e  può contare sul patrocinio dell’UNESCO nell’ambito della Decade dell’Educazione allo Sviluppo Sostenibile (2005-2014).

Esso è il prodotto finale di un progetto europeo della famiglia LLP (Longlife Learning Programme),  ed è stato realizzato attraverso un’azione multilaterale di trasferimento dell’innovazione (Tranfer of Innovation — TOI).
Il modello trasferito è quello della città di Malmoe in Svezia (www.malmo.se/english) che, partner del progetto, da un passato contraddistinto dall’industria pesante, si è riconvertita completamente, a partire dalla fine degli anni 90, alla Green Economy ed allo Sviluppo Sostenibile, utilizzando un modello di cambiamento della società chiamato Triple Helix Model (modello della Tripla Elica), che implica che si faccia leva in modo integrato sulla formazione:
1) nel mondo della Scuola/Formazione/Ricerca,
2) nel mondo della Produzione e lavoro,
3) nel mondo della Governance.
“Il primo passo di un processi di educazione allo sviluppo sostenibile- afferma Edo Ronchi, ex Ministro dell’Ambiente (1996-2000) ed attuale presidente della Fondazione Sviluppo Sostenibile (www.fondazionesvilupposostenibile.org) nella prefazione del manuale- parte dalla consapevolezza di abitare in tanti un Pianeta che è diventato piccolo. Di avere un comune destino e comuni responsabilità. Occorre un’educazione alla sobrietà come valore positivo e desiderabile- aggiunge Ronchi- per vivere meglio in tanti, con meno sprechi e minori danni all’ambiente”.
Gli aspetti didattici e metodologici sono stati supportati dalla consulenza dell’Istituto INFIS, della Leuphana Universität  di Lüneburg,  in Germania. ( www.leuphana.de/institute/infis.html ).
La sezione relativa ai principi dell’Apprendimento cooperativo è stata curata dalla dott.ssa Claudia Matini, psicologa e formatrice, collaboratrice di Scintille.it.

Il manuale, disponibile anche in inglese, si compone di una versione in formato cartaceo ed una in versione digitale. Tale scelta è stata dettata dalla volontà di offrire la possibilità di utilizzo in tempo reale dei collegamenti ipertestuali ai documenti allegati ed ai siti web citati nel manuale ed alle  numerose presentazioni in slides che fanno giungere il Manuale a più di 3000 pagine di allegati.

Post a Comment

Registrazione utente

Reset password