Search

Orientamento Formativo e Cooperative Learning

ORIENTAMENTO2Come mai oggi ha ancora senso parlare di orientamento, dibattere sulle sue funzioni? Può la scuola prescindere dalle sollecitazioni poste dal contesto entro il quale si colloca? Come possiamo preparare al meglio gli studenti per affrontare il ventunesimo secolo e le sue istanze?

A queste domande intende rispondere qusto corso, con un percorso la cui prospettiva è l'orientamento di tipo formativo.

Esso trae ispirazione da un'esperienza concreta svolta nella scuola, il cui punto di partenza è stato l'intreccio tra una riflessione su abilità e competenze e l'utilizzo della metodologia del cooperative learning. L'orientamento formativo è stato tradotto nella concreta vita della classe attraverso l'apprendimento cooperativo, una modalità di conduzione della scuola che assume in sé alcuni tratti intrinsecamente orientanti.

Proporre agli insegnanti, ai dirigenti - alla scuola nel suo insieme - di iniziare a lavorare con questa metodologia, permette di avere spazi per gli alunni con focus orientante, integrati con la quotidianità dell'insegnamento e con l'attenzione alle competenze e alle metacompetenze.

Se è così importante, nella società attuale, orientare a compiere scelte efficaci ed efficienti, nel rispetto delle attitudini e sviluppando capacità nella persona, tutto questo non è realizzabile in pochi mesi, in vista solo di un processo d'iscrizione alla scuola secondaria superiore o all'università. Occorre molto di più, occorre qualcosa che aiuti ad accrescere il patrimonio mentale degli interlocutori e ad aumentare la capacità di gestire in modo abbastanza consapevole un percorso che non potrà non essere fortemente interdipendente al contesto esterno.

Accomunare orientamento formativo e Apprendimento Cooperativo ci permetterà di rispondere ad un'ulteriore domanda: che cosa fa pensare che il cooperative learning sia utile per trasformare le discipline in attività orientanti? Il modello teorico di orientamento, richiamato e perseguito anche in tale percorso di formazione, si riferisce all'orientamento come intervento: 1. educativo; 2. pluridimensionale; 3. trasversale; 4. programmato; 5. curricolare; 6. individualizzato; 7. flessibile 8. che utilizza la metodologia dell'Apprendimento Cooperativo quale metodologia orientante.  

Il Cooperative Learning, ad esempio, ritiene necessario che le competenze sociali, presupposte a qualsiasi azione educativa, siano insegnate e non solo date come scontate. Per realizzare ciò si dovrà costruire in modo traversale un curricolo delle abilità necessarie ad effettuare una scelta consapevole all'interno del proprio contesto sociale. Ed è necessario definire quali abilità sono necessarie per quella specifica classe o gruppo di studenti in modo progressivo, graduato e di equa distanza prossimale per far crescere le abilità di ognuno.

Già da molte parti si è proposta un'idea di orientamento pluridimensionale; come "orientamento alla vita" per delineare, in un processo formativo continuo, un personale percorso che parta dalla capacità di scegliere conoscendo se stessi. In ciò dovremo perciò distinguere:

1. la capacità di relazionarsi agli altri partendo dalla conoscenza di sé,

2. la capacità di gestire situazioni conflittuali,

3. quella di risolvere problemi ed infine

4. quella di prendere decisioni autonome e di gruppo.

 


Contenuti

Per una definizione di orientamento

Una metodologia orientante: il Cooperative Learning

Le abilità sociali nell'orientamento

Problem solving e assertività

Esperienze di orientamento: attività di progettazione educativa

 

Destinatari

Insegnanti di ogni ordine e grado

Educatori professionali

Dirigenti

Operatori sociali e del territorio

Genitori + insegnanti

 

Durata 21 ore + eventuali ore di supervisione a richiesta

 

Contatti ed informazioni: dott.ssa Daniela Pavan -  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.