Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere le informazioni sulle nostre attività!

Newsletter

Ho letto e accetto le norme sulla privacy

Seguici su:

complex instruction Tag

di Isabella Pescarmona (Dicembre 2013)

In un clima educativo in cui siamo immersi nel dibattito su BES e DSA che invita a utilizzare strumenti come il PDP nel quale determinare misure dispensative e compensative, termini come equità e giustizia sociale sembrano essere passati di moda.

Le attuali direttive ministeriali sollevano questioni importanti rispetto alle difficoltà di apprendimento e ai bisogni educativi specifici, proponendo mezzi per raggiungere l'obiettivo dell'integrazione e del diritto all'apprendimento per tutti. Spesso però questi si riducono a procedimenti amministrativi o azioni compensative che poco modificano la situazione in classe e i processi di insegnamento-apprendimento.

L'autrice presenta un modello fondato sulla modificazione delle aspettative dell'insegnante che, riconoscendo i contributi intellettuali di tutti, rende così la classe realmente equa. L'impostazione di E. Cohen considera come molto influente nella vita del gruppo e della classe lo "status" dei ragazzi. Quando questo incide nelle relazioni e nell'apprendimento, occorre intervenire in modo specifico. Nell'articolo una sintesi del metodo.

Registrazione utente

Reset password